Itinerari

Uzbekistan

Tesori

UZBEKISTAN, NELLA TERRA DI TAMERLANO

Alla scoperta dei capolavori dell’Asia Centrale percorrendo la Via della Seta

da Domenica, 31 Marzo, 2019 a Lunedì, 8 Aprile, 2019
9 Giorni/8 Notti
L'Uzbekistan, considerato il Paese più bello dell'Asia Centrale, il più affascinante e il più ricco di bellezze naturali e storiche, oltre che culturali, quale primo grande centro di diffusione della letteratura persiana. Situato nella culla dei fiumi Amu-Darya e Syr-Darya, vanta alcune tra le città più antiche del mondo, diversi centri di quella che un tempo fu la Via della Seta e moltissime bellezze architettoniche. Confinante con il Kazakistan, il Kirghizistan e il Tagikistan, l'Afghanistan e il Turkmenistan, l'Uzbekistan è una meta da scoprire lentamente, lasciandosi incantare da quel mix di storia, colori sgargianti, volti pieni di fascino e profumi intensi che si percepiscono appena arrivati sul posto. Terra di Alessandro Magno, di Gengis Khan e di Tamerlano, ubicata nel cuore dell’Asia centrale, l’Uzbekistan è la più nota tra le diverse repubbliche autonome nate nel 1991 dopo il dissolvimento dell’Unione Sovietica, grazie al fatto di essere stato per due millenni e mezzo culla di importanti civiltà e punto obbligato di passaggio per i mercanti e le merci in transito tra Oriente e Occidente lungo la Via della Seta, tanto da lasciare in eredità al presente il più cospicuo patrimonio artistico e culturale di tutta la regione. Basta ricordare i nomi armoniosi di Bukhara, Khiva e Samarcanda, tutte protette dall’Unesco come patrimonio dell’Umanità per i loro retaggi storici e artistici, per capire di cosa stiamo parlando. Principali città carovaniere del passato sono divenute capitali degli imperi di Alessandro Magno e Tamerlano. Grande una volta e mezzo l’Italia e con 25 milioni di abitanti, lungo 1.500 km e largo in media 300, presenta ad ovest immense steppe aride semidesertiche e pianeggianti attorno a quel che resta del lago d’Aral, mentre ad est incontra le propaggini delle possenti catene montuose del Tian Shan, dell’Alaj e del Pamir. In questa zona si trovano anche la fertile valle di Fergana, una consistente fossa tettonica particolarmente adatta all’agricoltura con imponenti coltivazioni di cotone (di cui l’Uzbekistan è secondo produttore al mondo), sericoltura, ortaggi e frutta, ma anche la culla dell’artigianato uzbeco, in particolare quello ceramico.

Itinerario di viaggio

9 Tappe
MILANO MALPENSA – TASHKENT (via Istanbul)
Giorno 1
Domenica 31 Marzo
Al mattino ritrovo dei Signori Partecipanti all’aeroporto di Milano Malpensa. Incontro con l’accompagnatore. Disbrigo delle formalità di imbarco e partenza con volo di linea per Tashkent (via Istanbul). Pasti a bordo. Arrivo dopo la mezzanotte a destinazione. Disbrigo delle formalità doganali. Incontro con l’assistenza locale, trasferimento con pullman privato in hotel. Sistemazione nelle camere, pernottamento.
TASHKENT
Giorno 2
Lunedì 01 Aprile
Prima colazione in hotel. Intera giornata di visita di Tashkent: visita panoramica con Piazza dell’Indipendenza, la piazza del Teatro Navoi e la Piazza di Tamerlano. Proseguimento per le visite delle madrasse Barak-khan, della moschea Khasrat-Imam e il mausoleo Kaffal Sciasci, tomba del filosofo dell’Islam che visse dal 904 al 979. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio passeggiata nel bazar e giro in metropolitana. Cena e pernottamento in hotel.
KHIVA
Giorno 3
Martedì 02 Aprile
Nelle prime ore del mattino trasferimento all’aeroporto di Tashkent. Volo domestico delle 7.25 per Urgench con arrivo previsto alle ore 8.55. Trasferimento in pullman privato locale a Khiva. Visita guidata di questa città affascinante e particolare. Il suo cuore storico è stato preservato nella sua interezza. La città è divisa in Ichan Kala (dentro alle mura) e Dishan Kala (fuori dalle mura), la sua parte più antica è un vero museo a cielo aperto. Visita dei principali luoghi di interesse: la Madrassa di Amin Khan e il Minareto “Kalta Minor” (1852-1855); la Residenza Kunya Arc (“vecchia fortezza”, X-XIX sec.), il primo palazzo a Khiva. Al suo interno si trovano l’harem, la zecca, la moschea e la prigione. La madrassa di Mukhamed Rahim Khan II (1871) costruita su indicazione di Rahim Khan, l’ultimo khan della città. Il sacro Mausoleo di Pakhlavan Makhmud (XIV – XIX sec), con il suo incantevole cortile e la splendida decorazione a piastrelle, uno dei luoghi più belli della città. La madrassa e il minareto di Islam Khodja (1908-1910) che costituiscono i monumenti islamici più recenti di Khiva. Il minareto, decorato con fasce di piastrelle turchesi, assomiglia piuttosto a un insolito e incantevole faro. Con i suoi 56 mt è il più alto dell’Uzbekistan. La moschea Juma “moschea del venerdì” (X-XVIII sec) è interessante per le 218 colonne di legno che sostengono il tetto. Il Palazzo Tosh Hovli (XIX sec), il cui nome significa “casa di pietra”, al suo interno si possono ammirare le decorazioni più sontuose di Khiva. Il Mausoleo di Seyid Allaudin (XIV sec), il più antico della città. Cena con spettacolo in ristorante. Dopo cena piacevole passeggiata con il vostro accompagnatore, per immergervi nell’atmosfera da mille e una notte di questa città, la vera perla della “Via della Seta”! Rientro in hotel per il pernottamento.
KHIVA – URGENCH – BUKHARA
Giorno 4
Mercoledì 03 Aprile
Prima colazione in hotel. Al mattino partenza in pullman per Bukhara, attraversando il deserto rosso “Kyzyl Kum”, percorrendo circa 450 km. Sosta per il pranzo al sacco, lungo la riva del fiume Amu-Daria, il più importante corso d’acqua dell’Asia Centrale. Arrivo nel tardo pomeriggio. Sistemazione in hotel. Passeggiata serale nelle vie del centro di Bukhara. Cena in un ristorante locale. Pernottamento in hotel.
BUKHARA
Giorno 5
Giovedì 04 Aprile
Prima colazione in hotel. Intera giornata di visita guidata a Bukhara, “Bukhoro-i-Sharif”, la sacra e la nobile con i suoi magici monumenti nascosti dalle sue possenti mura. Capitale del regno samanide nel IX secolo e tornata agli sfarzi a partire dal XVI secolo, è di una bellezza e di una ricchezza inaspettate. Visita guidata dei luoghi di interesse della città: il Mausoleo dei Samanidi (IX-X sec), uno degli edifici più antichi e meglio conservati della città. Costruito dai Samanidi per celebrare il capostipite della loro dinastia, da cui prende il nome, sepolto al suo interno insieme ad alcuni discendenti. Il Mausoleo “Chashma Ayub” (XII-XVI sec) costruito sopra una sorgente. Il nome significa “fonte di Giobbe”. La Moschea “Bolo Khauz” (1712-1713), all’epoca la principale moschea di Venerdì. La spettacolare fortezza dell’Ark (X-XX sec). Il complesso Poi Kalon, che include tre costruzioni: la Moschea Kalon “grande” (XVI sec); il Minareto Kalon (XII sec), una struttura incredibile, alta 46 m e con fondamenta profonda 10 m. Di fronte alla moschea, con le sue luminose cupole azzurre che contrastano con il colore marrone che la circonda, sorge La Madrassa di Miri Arab (XVII sec). Pranzo nella casa nazionale dove si potrà assistere alla preparazione del piatto nazionale: il famoso risotto PLOV!! Continuazione delle visite: i Mercati coperti di Bukhara (XVI sec): Toki-Zargaron (il mercato dei gioiellieri); Toki-Telpak- Furushon (il mercato dei venditori dei cappelli); Toki-Sarrafon (il mercato dei cambiavalute). Visita della Madrassa di Ulugbek (1417) una delle tre madrasse fatte costruire da Ulugbek, le altre si trovano a Gijduvan e a Samarcanda e La Madrassa di Abdulazizkhan (1651-1652) situata proprio di fronte alla madrassa di Ulugbek. La Moschea “Magokki Attori” (XII-XVI sec) la più antica della regione. Il Complesso “Lyabi Hauz”, una piazza costruita intorno a una vasca nel 1620 (Lyabi Hauz significa “vicino alla vasca”) è il posto più interessante e tranquillo della città, all’ombra di gelsi antichi quanto la vasca. Il complesso comprende La Madrassa, Il Khonako di Nadir Divan Begi (1620-1622) e la Madrassa Kukeldash. Sitorai Mokhi Hosa (XIX-XX sec) – la residenza estiva dell’ultimo emiro di Bukhara. Cena in ristorante locale con spettacolo folcloristico in Madrassa Nadir Divon Begi. Pernottamento in hotel.
BUKHARA – SHAKHRISABZ – SAMARKANDA
Giorno 6
Venerdì 05 Aprile
Prima colazione in hotel. Partenza in pullman per Samarkanda (390 km). Sosta per la visita di Shakhrisabz, città natale di Amir Temur. Visita alle rovine del Palazzo Bianco, del Mausoleo di Jehangir e la Moschea di Kok Gumbaz, visita del Complesso di Shamseddin Kulyal. Pranzo in una casa tradizionale per entrare con la dovuta discrezione nelle abitudini e tradizioni di una qualunque famiglia del popolo. Proseguimento per Samarkanda. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena in un ristorante locale. Pernottamento in hotel
SAMARKANDA
Giorno 7
Sabato 06 Aprile
Prima colazione in hotel. Intera giornata di visita di Samarkanda, una delle più antiche città del mondo, che ha prosperato per la sua posizione lungo la Via della Seta, la principale via di terra tra Cina ed Europa. Fondata circa nel 700 a.C. era già capitale di Sogdiana sotto gli Achemenidi di Persia quando Alessandro Magno la conquistò nel 329 a.C. Dopo Alessandro Magno in quel territorio giunsero gli Arabi, Gengis Khan e Amir Temur. Anche oggi Samarcanda è una città magica e mistica conosciuta in tutto il mondo per la sua maestosa e indimenticabile storia. Visita dei monumenti principali: Il Mausoleo di Amir Temur (XV sec), un monumento incredibile che si distingue per la sua caratteristica cupola azzurra scanalata. Il Mausoleo della dinastia dei timuridi. Al centro del mausoleo è la lapide di Temur, formata un tempo da un unico blocco di giada verde scuro. La Piazza “Registan” (il posto della sabbia) (XV-XVII sec) comprende tre madrasse: la Madrassa di Ulugbek (XV sec) sul lato occidentale, la più antica costruzione durante il regno di Ulugbek; la Madrassa Tillya Kori “rivestita d’oro” (XVII sec), situata tra le altre due, fu costruita per ordine di Yalangtush Bakhadur. Il suo fiore all’occhiello è la moschea, caratterizzata da elaborate decorazioni in oro; la Madrassa Sher Dor “dei leoni” (XVII sec), è costruita in modo da rispecchiare il più possibile la madrassa di Ulugbek. I lavori di costruzione durarono 17 anni. La Moschea di Bibi Khanim (XV sec), all’epoca in cui fu costruita, era una delle più grandi dell’intero mondo islamico, ed era di splendore incomparabile, secondo i testimoni dell’epoca. Il mercato orientale “Siab”, che si trova vicino alla Moschea di Bibi Khanim, qui potrete comprare le molteplici spezie, frutta secca, the verde e nero, e dolci prelibati, ecc. Pranzo in un ristorante locale. Continuazione dell’escursione: l’Osservatorio di Ulugbek (XV sec), il nipote di Amir Temur era famoso come astronomo e scienziato e fece costruire durante il suo regno un osservatorio astronomico di sei piani. Di questo osservatorio rimane oggi solo una parte dell’astrolabio di 30 mt. La necropoli “Shahi-Zinda” - “il re vivente” (XI-XV sec), un complesso dei mausolei bellissimi intorno a quella che probabilmente è la tomba di Qusam Ibn Abbas, un cugino del profeta Maometto che si dice abbia portato l’islam in questa regione nel VII secolo. Shahi-Zinda è uno dei luoghi più suggestivi della città. Cena in ristorante locale. Dopo cena spettacolo teatrale con la presentazione dei costumi dei popoli dell’Asia Centrale. Pernottamento in hotel.
SAMARKANDA - TASHKENT (treno veloce)
Giorno 8
Domenica 07 Aprile
Prima colazione in hotel. Al mattino visita della fabbrica dei tappeti (fatti a mano). Visita di una fabbrica di produzione di carta “Meros”, dove i maestri artigiani producono la carta fatta a mano secondo la tecnologia antica. Qui si potrà anche ammirare il lavoro degli artigiani della ceramica, del ricamo nazionale, ecc. Visita della presunta tomba di Daniele, il profeta dell'Antico Testamento, noto nell'Islam come Danyāl. L'edificio restaurato è una lunga e bassa struttura con cinque cupole, contenente un immenso sarcofago lungo 18 metri. Secondo la leggenda, il corpo di Daniele cresce di mezzo pollice all'anno, e questo giustificherebbe la lunghezza della tomba. Il mausoleo è luogo di pellegrinaggio sia per i cittadini che per i visitatori di tutto il mondo. Pranzo in un ristorante locale. Nel tardo pomeriggio, trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza con treno espresso “Afrosiab” per Tashkent (circa 2 ore di percorrenza). Arrivo e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento in hotel.
TASHKENT – MILANO MALPENSA (via Istanbul)
Giorno 9
Lunedì 08 Aprile
Nelle prime ore del mattino trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per Milano Malpensa.
La quota individuale di partecipazione comprende
• Accompagnatore Diomira Travel
• Voli di linea Turkish Airlines Milano-Tashkent / Tashkent-Urgench / Tashkent-Milano, in classeeconomica
• Tasse aeroportuali e fuel surcharge
• Franchigia bagaglio 20kg a persona
• Tour e transfer in pullman privato locale con aria condizionata, come da programma
• Treno veloce da Samarcanda a Tashkent
• Guida/accompagnatore locale parlante italiano per tutto il tour
• Escursioni e visite come da programma
• Ingressi come da programma
• Sistemazione in ottimi hotel 3 stelle sup. e 4 stelle, in camere doppie con bagni privati
• Trattamento di pensione completa dalla prima colazione del secondo giorno alla cena dell’8°giorno
• Spettacolo folkloristico a Bukhara con cena
• Spettacolo folk a Khiva con cena
• Ingresso al teatro “Teatro El Merosi a Samarkand” di costumi storici con spettacolo (circa 40/50minuti)
• Visto di ingresso in Uzbekistan
• Bevande al giorno per persona: 0.5 ml di acqua minerale naturale
• Assicurazione medico-bagaglio 24 ore su 24 “Ami Tour” by Ami Assistance
• Materiale di cortesia
La quota individuale di partecipazione non comprende
• Mance, bevande non specificate sopra
• Tutto quanto non espressamente indicato ne “la quota individuale di partecipazione include”
Note generali
• Offerta con blocco posti
• Nessun rimborso compete a chi si dovesse presentare alla partenza senza documento o condocumento scaduto
• Per la parte normativa (annullamenti, penalità, etc.) si prega far riferimento alle nostrecondizioni generali di viaggio e alle leggi che regolano il turismo e i pacchetti di viaggio

Documenti richiesti:
• Questo viaggio richiede il passaporto in corso di validità con una scadenza residua di 6 mesi rispetto alla data di partenza
Stampa itinerario

I Nostri Partners

Chiudi