Itinerari

Italia

VIAGGIO ALLA SCOPERTA DELLA SICILIA DELL’OVEST

5 Giorni/4 Notti

Itinerario di viaggio

5 Tappe
LOC. D’ORIGINE – AEROPORTO D’ORIGINE – PALERMO – PACECO CON SALINE – TRAPANI – MARSALA
Giorno 1

Al mattino incontro con la guida locale e partenza per Paceco, una delle più importanti aree umide costiere della Sicilia occidentale, località suggestiva con vasche di sale e numerosi mulini. Sosta a Trapani per una passeggiata nel centro storico, che ammalia con i suoi vicoli arabi, le sue bellissime chiese e i suoi sontuosi palazzi, ma è soprattutto il profumo e la vista del mare ovunque a renderla affascinante. La fama delle sue bontà culinarie è nota a tutti. Il Pesto alla trapanese di cui il Commissario Montalbano si delizia, le Granite preparate ancora con le antiche ricette di famiglia, le Cassatelle dolci ma anche salate in brodo di pesce, le pizze (famose quelle di Calvino), il Cuscusu (questo è il suo antico nome) e poi le Graffe con la ricotta e tanto altro ancora … Del passaggio degli spagnoli a Trapani rimane una bellissima Cinta muraria realizzata per difendere la città dagli attacchi dei nemici. Si trova sul lato nord della città e la si può percorrere partendo dalla piazza dell’ex Mercato del Pesce fino al possente Bastione Conca: una vista magnifica sulla città antica, particolarmente suggestiva al tramonto. Una delle più antiche porte della città si trova in via Torrearsa, nel cuore del centro storico. Nel 1596 sulla porta venne eretta una torre dove fu installato un Orologio Astronomico. Ancora oggi è possibile ammirare questo splendido meccanismo che segna le ore, le stagioni e le fasi lunari. Trapani conserva nel suo antico quartiere ebraico uno degli esempi più interessanti di stile catalano plateresco presenti in Sicilia: il Palazzo della Giudecca. Questo elegante edificio, con una bellissima facciata in bugnato a punta di diamante, fu costruito dalla famiglia Ciambra nella prima metà del ’500. Possiede una torre laterale ed un portale ogivale. A seguire visita della Chiesa di San Pietro, che sorge nel più antico quartiere della città e nel 1076 il conte Ruggero volle ampliarla. La chiesa custodisce gelosamente uno degli strumenti musicali più famosi al mondo, l’organo di Francesco La Grassa, unico nel suo genere. A seguire visita alla Chiesa di Sant’Agostino. Dell’edifico originario, una ex cappella dei Templari dedicata a San Giovanni Battista, resta il prospetto principale, con il suo ampio rosone gotico del 1100, mentre l’abside, distrutto dai bombardamenti del 1943, è stato ricostruito. Oggi è sede di un’esposizione permanente di opere sacre. Si trova nella deliziosa Piazzetta Saturno a pochi passi da Corso Vittorio Emanuele. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita del centro storico di Marsala, città piena di fascino e ricca di storia, dal passato importante e prestigioso, conosciuta anche per il suo famoso vino e per il mare. Degustazione del vino tipico in una cantina storica. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
MARSALA – SELINUNTE – AGRIGENTO
Giorno 2

Prima colazione in hotel. Al mattino visita della zona archeologica di Selinunte, il più ampio parco archeologico del mondo. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio trasferimento ad Agrigento, famosa per gli innumerevoli tesori archeologici conosciuti in tutto il mondo. Venne fondata col nome Akragas dai coloni di Gela nel 581 a.C. Visita guidata della Valle dei Templi: il Tempio di Giunone, situato in posizione dominante su un poggio, risalente al 450 a.C., l’elegante, armonioso e solenne Tempio della Concordia considerato una fra le più alte e significative espressioni del mondo greco per la perfetta conservazione, il Tempio di Ercole, il primo dei templi dorici di Agrigento risalente alla fine del VI secolo a.C. A seguire visita del museo archeologico. Possibilità di partecipare alla Santa Messa. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
AGRIGENTO – PIAZZA ARMERINA – CEFALU’ – PALERMO
Giorno 3

Prima colazione in hotel. Al mattino partenza per Piazza Armerina dove, in un territorio ricco di estese zone boschive e di campagne ben coltivate, sorge la famosa Villa Romana del Casale. Il suo interesse è dato soprattutto dai mosaici pavimentali, decorativi e figurati, che costituiscono un complesso senza precedenti per estensione e forse anche per bellezza. Visita e pranzo in ristorante. Nel pomeriggio trasferimento a Cefalù, uno de “I borghi più belli d'Italia”. Visita del celebre Duomo normanno del XII sec. con artistica facciata, magnifico presbiterio e grandioso mosaico bizantino nel catino dell’abside, per la cui realizzazione Ruggero II chiamò maestri bizantini di Costantinopoli, che adattarono ad uno spazio architettonico per loro anomalo, di tradizione nordica, cicli decorativi di matrice orientale. La figura dominante è quella del Cristo Pantocratore che, dall’alto dell’abside, mostra i suoi attributi cristologici con la destra alzata che tiene uniti indice e medio, indicanti le due nature del Cristo, divina e umana, unite insieme e con il pollice, mignolo e anulare congiunti indicanti il mistero della Trinità, mentre con la sinistra regge il Vangelo aperto sulle cui pagine si legge, in greco e latino: “Io sono la luce del mondo, chi segue me non vagherà nelle tenebre ma avrà la luce della vita” (Giovanni 8, 12). Proseguimento per Palermo. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
PALERMO
Giorno 4

Prima colazione in hotel. Al mattino visita di Palermo, con la Cattedrale dedicata alla Santa Vergine Maria Assunta in Cielo. La patrona della città è Santa Rosalia a cui è dedicata la Cappella meridionale posta nell'abside minore del transetto destro. La visita continua con il Palazzo dei Normanni (XII-XVIII sec.), anticamente conosciuto come Palazzo Reale: la più antica residenza reale d'Europa, dimora dei sovrani di Sicilia e sede imperiale con Federico II e Corrado IV. Al primo piano sorge la Cappella Palatina (1132-40), una basilica a tre navate dedicata ai Santi Pietro e Paolo. Fu fatta costruire per volere di Ruggero II e venne consacrata il 28 aprile 1140 come chiesa della famiglia reale. La cupola, il transetto e le absidi sono interamente decorate nella parte superiore da mosaici bizantini tra i più importanti della Sicilia, raffiguranti il Cristo Pantocratore benedicente, gli evangelisti e scene bibliche varie. I mosaici di datazione più antica sono quelli della cupola, risalenti alla costruzione originaria del 1143. Il soffitto in legno della navata centrale e le travature delle altre navate sono decorate con intagli e dipinti di stile arabo. In ogni spicchio sono presenti stelle lignee con rappresentazioni di animali, danzatori e scene di vita della corte islamica. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio passeggiata per le vie del centro storico e visita alla Chiesa della Martorana: affascinante edificio sacro che conserva l’originario stile arabo–normanno come dimostrano il corpo squadrato dello stesso sormontato da una cupoletta emisferica, e il bel campanile aperto da arcate e tre ordini di grandi bifore. L’interno della chiesa presenta nella parte alta delle pareti, nei sottarchi e nella cupola, magnifici mosaici bizantini considerati i più antichi della Sicilia. Punto centrale di tutta la decorazione musiva è l’immagine di Cristo Pantocratore circondata da arcangeli, apostoli, santi e profeti. A seguire visita di piazza Pretoria, con la omonima fontana. La scenografica macchina d’acqua a pianta ellittica è circondata da un’elegante balaustra all’interno della quale sono collocate le vasche, quattro scalinate, le statue che raffigurano alcune divinità pagane, le allegorie dei quattro fiumi di Palermo, mostri marini, ninfe e teste di animali. La nudità delle statue che la decorano spinse i palermitani a ribattezzarla “fontana della vergogna”. È Considerata tra le fontane più belle d’Italia; non a caso Giorgio Vasari la definì: “stupendissima fonte”. Al termine possibilità di incontro con i volontari della comunità del Beato Padre Puglisi, il martire della Chiesa ucciso dalla Mafia. Visita della casa-museo. Rientro in hotel, cena e pernottamento.
PALERMO – AEROPORTO D’ORIGINE – LOC. D’ORIGINE
Giorno 5

Prima colazione in hotel. Al mattino trasferimento a Monreale per visitare il magnifico Duomo, in origine occupato da un casale arabo, frequentato luogo di caccia dei re Normanni. Il Duomo è il massimo esempio dell’architettura normanna in Sicilia. Fu eretto in breve tempo a partire dal 1174 e le successive manomissioni non ne hanno alterato il grande splendore e l’immenso valore artistico. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro all’aeroporto d’origine. All’arrivo transfer privato in sede.
Stampa itinerario

I Nostri Partners

Chiudi