Viaggi

Lazio

SUI PASSI DI SAN BENEDETTO DA NORCIA A MONTECASSINO

4 Giorni/3 Notti
Bus

Itinerario di viaggio

4 Tappe
LOCALITÁ DI ORIGINE – LORETO – NORCIA
Giorno 1

Ritrovo dei Partecipanti e partenza in bus per Loreto. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita della Basilica della Santa Casa, uno dei più importanti e antichi luoghi di pellegrinaggio mariano del mondo cattolico, che ospita la celebre reliquia della Santa Casa di Nazareth dove, secondo la tradizione, la Vergine Maria nacque e visse e dove ricevette l’annuncio della nascita miracolosa di Gesù. Celebrazione della S. Messa. Al termine trasferimento a Norcia. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
NORCIA – SUBIACO – CASSINO
Giorno 2

Colazione in hotel. Il mattino visita della città di Norcia, situata nel cuore del Parco dei Monti Sibillini. Sulla piazza principale si affacciano i più importanti e antichi edifici storici della città: intorno alla statua dedicata a San Benedetto, fanno da cornice la Castellina, monumentale rocca costruita nel 1554, oggi sede del Museo Civico e Diocesano, il palazzo Comunale, con doppio loggiato, la Basilica di San Benedetto, nella cui cripta sono conservati i resti di un antico edificio romano identificato dalla tradizione con la casa paterna dei Santi gemelli Benedetto e Scolastica. Norcia è stata interessata dal terremoto che colpì il Centro Italia nel 2016 e che ha danneggiato alcuni tra i tesori più importanti del suo patrimonio artistico culturale. Tra questi, la chiesa di San Benedetto, che in seguito alle forti scosse susseguitesi, è crollata completamente, conservando intatta solo la facciata esterna. Oggi, grazie a vari interventi a sostegno della città e delle frazioni circostanti, Norcia sta muovendo i primi passi verso la ricostruzione, che vedrà la nascita di un nuovo arredo urbano in linea con il volto storico-culturale della città di San Benedetto. Partenza per Subiaco. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita di Subiaco, situata su uno sperone di roccia calcarea, a dominio della Valle dell’Aniene, borgo alto-medievale, che grazie ai suoi antichi monumenti e alla sua posizione, è stato inserito tra i Borghi più Belli d’Italia. Visita ai monasteri benedettini di Santa Scolastica e San Benedetto detto anche Sacro Speco. Al termine partenza per Cassino. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
CASSINO – MONTECASSINO – GAETA – CASSINO
Giorno 3

Colazione, cena e pernottamento in hotel. Al mattino visita del maestoso monastero di Montecassino, eretto su un colle e ricostruito fedelmente dopo la seconda guerra mondiale. È qui che San Benedetto nel 529 stabilì la sua sede definitiva quando vi giunse con pochi compagni da Subiaco. Da non perdere lo splendido chiostro, la chiesa e l’archivio che contiene incunaboli di inestimabile valore. Partenza per Gaeta. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita della Montagna Spaccata, un luogo magico che ogni anno attrae migliaia di visitatori affascinati dalle tre fenditure che si trovano sul promontorio. Qui sorge il Santuario della S.S. Trinità costruito nel XI secolo e affacciato sul monte Orlando. La leggenda vuole che San Filippo Neri avesse vissuto all’interno della Montagna Spaccata dove esiste un giaciglio in pietra nota ancora oggi come “Il letto di San Filippo Neri”. Lungo le pareti della roccia poi, ci sono dei riquadri in maiolica che riproducono le postazioni della Via Crucis, in parte restaurate, risalenti al 1849 e attribuite a S. Bernardino da Siena, contenenti i versi del Metastasio. Il percorso prevede anche la visita della suggestiva “Grotta del Turco”, collegata sia ad un’antica tradizione religiosa secondo cui venne alla luce al tempo della morte di Cristo, quando si squarciò il velo del tempio di Gerusalemme, sia a diverse credenze popolari. Fra queste, ci sarebbe l’impronta della mano di un marinaio turco su una roccia. Rientro a Cassino.
CASSINO – CASAMARI – LOCALITÁ DI ORIGINE
Giorno 4

Colazione in hotel. Il mattino partenza l’abbazia di Casamari. Visita dell’abbazia, costruita nel 1203 e consacrata nel 1217. E' uno dei più importanti monasteri italiani di architettura gotica cistercense. La pianta dell'edificio è simile a quella dei monasteri francesi, mentre la facciata della chiesa presenta all'esterno un grandioso portico. All'interno si trova un giardino la cui parte centrale è occupata dal chiostro. Dal chiostro, grazie a una porta, si entra nella chiesa che è a pianta basilicale a tre navate. Dietro l'altare dell'abbazia troviamo il coro costruito nel 1940. All'interno della struttura ci sono alcune sale duecentesche, che contengono reperti archeologici di epoca romana. Di grande interesse sono: la biblioteca e il museo ricco di opere d'arte. Pranzo libero. Partenza per il rientro.
Note generali
POSSILITÁ DI PERCORRERE DEI TRATTI DI CAMMINO A PIEDI.
Stampa itinerario

I Nostri Partners

Chiudi